Case artistiche sugli alberi. Che ve ne pare dell’idea?
Sarà il nuovo esperimento che verrà presentato durante il Ternifestival della creazione contemporanea (che si terrà dal 16 al 25 settembre): artistiche residenze costruite sugli alberi.

Due giurie hanno selezionato i cinque, tra architetti e gruppi di lavoro, che saranno incaricati di dar vita a queste particolari strutture. Stefano Boeri, progettista del Bosco verticale (a Milano) era tra i membri di queste giurie.
Alla progettazione e costruzione di queste case artistiche sugli alberi, invece, saranno addetti: gli italiani Equalogical Lab, gli neozelandesi Jacob Dench, Dario Sanchez e Chris Pugsley, il gruppo campano Zapoi, la Falagnameria Fa.Sa. di Campobasso e il collettivo con Simone Picano, Valeria Poggiani e Mauro Poggiani.

A partire dal 27 agosto queste persone avranno soltanto 10 giorni per concludere le loro artistiche strutture. Per ognuna di queste le dimensioni dovranno essere pari a 3,5 per 2,5 metri (incluso un luogo in cui dormire e studiare) e saranno provviste di rete elettrica ma non di attacchi per acqua e gas. Cinque artisti che parteciperanno al festival abiteranno, poi, le case.

case artistiche sugli albericase artistiche sugli albericase artistiche sugli albericase artistiche sugli albericase artistiche sugli alberi